Nuovo appuntamento con la segnalazione di alcune ultime novità discografiche – singoli, EP, album – di un tour e di un video: buona lettura.

le segnalazioni di oggi
VITTO - “ANTARTIDE
COLBHI - “GIGANTOGRAFIA DI PICCOLI SOSPIRI”
VILLA PSICOSI - “FARMACIA VILLORESI”
IL TOUR – SHADE - “SUMMER TOUR 2023

IL VIDEO - ELETTROTAPE - “WRONG QUESTION”
 

VITTO
“ANTARTIDE”

Disponibile dal 19 aprile, sui digital store, “Antartide”, il nuovo singolo della cantautrice romana Vitto: un brano fresco, dallo spirito allegro e coinvolgente. Per Vitto, “Antartide” è stata la canzone che ha rappresentato un cambiamento nella sua musica, un esperimento per provare nuovi suoni e generi che la rappresentano. Il testo di “Antartide” è il racconto di una storia un po’ travagliato tra due persone che si piacciono, ma non ancora pronte a lasciarsi andare. Sono queste due persone che si rincorrono nel tempo e che, nonostante tutti i problemi, alla fine tornano sempre l’una dall’altra. Il Freddo Antartide, infatti, è solo un guscio pronto a sciogliersi; perché l’amore è calore, passione, «coreografia di mani, movimenti lenti, sospiri bollenti», come canta l’artista. Vitto è la cantautrice della “porta accanto”, le sue melodie catchy e i testi che raccontano frammenti di vita quotidiana sono gli ingredienti che caratterizzano i suoi brani. Al momento sta lavorando al suo primo progetto discografico con l’etichetta discografica CinicoDisincanto di Fabrizio Brocchieri. L’artista in merito al brano dichiara: «Antartide nasce dalla voglia di divertirsi, ballare e far ballare gli altri dopo un periodo abbastanza buio. Per me è stata la canzone con cui ho accantonato la tristezza e ho dato un boom di allegria e leggerezza alla mia musica. È stata anche un po’ un esperimento per provare cose nuove, nuovi generi, nuovi suoni che per quanto siano diversi dal mio repertorio sono pur sempre parte di me e mi rappresentano a modo loro». Vittoria Modena, in arte Vitto, è una cantautrice romana classe 1997. Sin da piccola si appassiona alla musica trovando nella chitarra acustica una compagna perfetta. La passione per la musica le viene tramandata dai genitori, i quali l’hanno sempre circondata con i migliori brani della loro generazione. Grazie alle influenze di artisti come Alex Britti e Giorgia, inizia presto a scrivere canzoni, trovando proprio nel songwriting la chiave giusta per esprimere le sue emozioni. Dal 2022 Vitto inizia a frequentare locali iconici della scena romana come Le Mura, Largo Venue, Teatro Garbatella ma soprattutto l’Alcazar in cui è solita cimentarsi in jam. Nonostante abbia iniziato ad esibirsi live da poco tempo, ha avuto l’opportunità di aprire il concerto di Franco 126 in occasione dell’edizione 2022 dell’Etruria Eco Festival. Al momento sta lavorando al suo primo progetto discografico con l’etichetta discografica CinicoDisincanto di Fabrizio Brocchieri.

COLBHI
“GIGANTOGRAFIA DI PICCOLI SOSPIRI”

Dal 20 aprile 2023 sarà disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale e in formato fisico “Gigantografia di piccoli sospiri” (Lilith Label), il disco d’esordio di Colbhi. “Gigantografia di piccoli sospiri” è un album dalle sonorità trasversali: il viaggio dell’ascoltatore si apre su paesaggi ampi e fitti, su altri rarefatti e spogli. L’elettronica avvolge un rock graffiante, caratteri dance seguono ballate intime. L’album contiene 10 tracce, nate a partire dalla brace di improvvisazioni, dialoghi sonori tra Osvaldo LoiFederico Fantuz e Stefano Bolchi. Le musiche incontrano i testi di Daniela Bianchi e Stefano Bolchi, che in alcuni brani hanno intrecciato le loro parole. La produzione artistica si avvale della collaborazione con il produttore Giulio Gaietto che ha curato missaggio e mastering dell’album ed impresso la sua presenza al sound generale. Spiega l’artista a proposito del disco: “I sospiri sono respiri caricati di affetti. Emozioni allo stato grezzo, piccoli ed impercettibili segni lasciati andare. Ognuno di noi, suonando o scrivendo, ha lasciato uno spazio vuoto, che ha fatto posto al non previsto, allo straniero, al buio, alla differenza. E abbiamo provato disorientamento e stupore. Queste nostre canzoni conservano traccia dei sospiri delle nostre vite. La forma delle parole e i suoni ne sono amplificatori. Questa è la loro gigantografia”. Il disco “Gigantografia di piccoli sospiri” sarà presentato per la prima volta live, sabato 29 aprile ore 21.00 al Tiqu di Genova. L’ascoltatore sarà condotto in un viaggio che abbraccia diverse sonorità in una dimensione rituale: solarità e mistero si vestiranno di un rock graffiante costellato da un’elettronica avvolgente, sapori dance si alterneranno a ballate intime. La line up sarà composta da: Stefano Bolchi (voce e chitarra elettrica), Osvaldo Loi (tastiere e viola), Daniele Ferrari (basso elettrico e synth) ed Emanuele Benenti (batteria). Il concerto sarà arricchito dalla presenza speciale della cantautrice Cristina Nico e di un’ulteriore ospite a sorpresa. Colbhi è un progetto collettivo che nasce nel 2020 dall’incontro di Stefano Bolchi (Edgar café e Piero Milesi) con Osvaldo Loi (Sabrina Napoleone, Isolaris), Federico Fantuz (Angela Baraldi e Music for No Movies) e l’autrice genovese Daniela Bianchi. Hanno così origine brani e canzoni dal sapore trasversale che vengono lavorati insieme al produttore Giulio Gaietto e raccolti nel disco d’esordio “Gigantografia di piccoli sospiri” (Lilith label), anticipato in radio dal singolo “Dark ballad” con il featuring di Paolo Benvegnù.  “Gigantografia di piccoli sospiri” è il disco d’esordio di Colbhi disponibile su tutte le piattaforme digitali e in formato fisico dal 20 aprile 2023.

VILLA PSICOSI
“FARMACIA VILLORESI”

Farmacia Villoresi” è il titolo del nuovo EP di Villa Psicosi, fuori ora su tutte le piattaforme digitali. I cinque brani che lo compongono sono stati scritti e prodotti interamente dall’artista di Sesto San Giovanni. Villa Psicosi, all’anagrafe Federico Villa, si definisce “uno scenario Alternative Tunz”, nato nel 2014 in una villa segreta di Milano. Federico inizia a suonare la chitarra all’età di 7 anni e a registrare i primi brani ad 11 anni, ma solo nel 2022 decide di uscire allo scoperto e pubblicarli, facendo il suo esordio nel mercato musicale con il singolo “Marelli Party Park”, a cui seguirà “Rondò Fluvoxamina”. A pochi mesi di distanza dal successo del singolo “Sesto San Giovanni”, Villa Psicosi pubblica il suo primo EP, “Farmacia Villoresi”: “un inno alla vita, un disco no-sense, perché, come la vita, tanto ti bastona quanto ti limona”. Federico si autoproduce totalmente, alternando nelle sue canzoni testi dadaisti ad alcuni volti a sensibilizzare il pubblico sui disagi che affliggono questa società, come il disagio psichico e l’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti. Il progetto Villa Psicosi diventa così una campagna contro qualsiasi tipo di dipendenza, raccontata in modo tragicomico, divertente, “ma soprattutto tunz tunz”.

IL TOUR
SHADE
“SUMMER TOUR 2023

30 aprile – Galtellì (NU)- Piazza Santissimo Crocifisso
4 maggio – Ururi (CB)- Piazza Municipio
6 maggio – Marrubiu (OR)- Località Parco Zuradili
12 maggio – Vimodrone (MI)- Parco Tre Fontanili
13 maggio – La Caletta di Siniscola (NU)- Area Eventi Via Livorno
15 maggio – Torrecuso (BN)- Piazza Antonio Mellusi
27 maggio – Malvaglia (Svizzera)- Sun Valley Festival
2 giugno – Teramo – Piazza Martiri della Libertà
13 giugno – Riccia (CB)- Piazza Umberto I
24 giugno – San Giovanni di Sassari (SS)- Piazza San Giovanni
8 luglio – Piane di Montegiorgio (FM)- Square Music Festival
21 luglio – Martinsicuro (TE)- Piazza Cavour
28 luglio – Canale (CN)- Piazza Italia
14 agosto – Spinazzola (BT)- Piazza Plebiscito
c
alendario in aggiornamento
per info: www.bpmconcerti.com
Dopo la recente release del nuovo singolo Lunatica” (Epic Records/Sony Music Italy), l’hit maker di successo Shade annuncia finalmente le prime date del nuovo tour, dal calendario in continuo aggiornamento: tantissime date in partenza a fine aprile con cui l’artista re del freestyle, con all’attivo 12 dischi di platino e 4 dischi d’oro, porterà la sua energia e la sua nuova musica per tutta l’estate 2023. Con Lunatica, pubblicata il 10 marzo, la cui produzione è affidata al team di Itaca e a Jaro, il rapper ha continuato il percorso iniziato con il singolo “Pendolari”, pubblicato lo scorso 13 gennaio, mostrando uno stile musicale diverso dalle uscite precedenti. Sperimentazione, ritmo e freschezza sono gli elementi centrali del nuovo brano firmato dal poliedrico Shade, capace di offrire ancora una volta ai suoi fan un nuovo modo di interpretare il rap. Il singolo descrive la relazione con una ragazza dalla faccia d’angelo, ma dai comportamenti imprevedibili e incostanti – lunatica, appunto. Attraverso le sue parole, Shade racconta nel testo le contrapposizioni e i dualismi tipici di questo tratto caratteriale che a volte porta a sbandare e a cambiare repentinamente direzione. “Lunatica” alterna sonorità differenti e unisce un mood più vintage nel ritornello a un flow attuale, con un sound coinvolgente che fa muovere la testa e rimane impresso nella mente sin dal primo ascolto.

IL VIDEO
ELETTROTAPE 
“WRONG QUESTION”
 
È uscito “Wrong Question”, nuovo singolo della formazione italo-austriaca Elettrotape, che anticipa l’uscita del loro EP di debutto “Abroad” prevista per il 28 Aprile (Las Vegas Records). Con beat massicci, riff coinvolgenti e voci che ricordano i The Naked and Famous, gli Elettrotape  ci fanno tuffare, con l’uscita di “Wrong Question”, in un mare di sintetizzatori che ci spinge con un’onda energica verso l’estate. Il nuovo brano parla di desiderio e coraggio, di dubbio e routine, di amicizia e relazioni a vari livelli. Riguarda il non detto, la ricerca di un dialogo aperto, il contatto  diretto e la voglia di provare cose nuove, il perseguimento di un desiderio nascosto. Ad accompagnare il singolo presentiamo oggi un  video  che mette in scena tutte queste tematiche.
Attraverso le tecniche del campo lungo e riprese su più livelli, la band e il regista Samuele Giorgetti  riescono a portare sullo schermo la routine, concetto controverso all’interno della canzone. L’altro gruppo di attori che rappresentano gli Elettrotape più in là con gli anni, narra invece un altro tema principale affrontato nel brano, ovvero quello dell’inseguire i propri desideri  e passioni a qualsiasi età o in qualsiasi fase della vita ci si trovi. Gli Elettrotape hanno trovato il proprio spazio in quel panorama caratterizzato da elettro-pop, synth-rock e vibrazioni anni ’80: il risultato è un moderno approccio wall-of-sound e un po’ di glitter, creando paesaggi pop elettronici  – sia in studio che sul palco –  esplosivi e travolgenti.  Con il loro EP di debutto “Abroad” gli  Elettrotape mostrano una prima visione del loro variegato repertorio che riassume nel titolo la quintessenza della band, la condizione che ha dato vita alla loro realtà e la rende ancora possibile.