Torna la rassegna cinematografica e culturale di Laboratorio 80 dedicata ad ambiente, montagna, viaggi e vita nella natura. A Bergamo e provincia con una puntata nel lecchese fino al 5 settembre. In pieno dibattito sul cambiamento climatico, la manifestazione promuove nuove visioni e relazioni con l’ambiente. In 14 luoghi tra rifugi alpini, parchi, piazze, musei e antiche strade, 19 proiezioni  cinematografiche e 4 incontri. Tra gli ospiti Massimo Zamboni. In fondo all’articolo, dopo il programma, ampia galleria fotografica e il flyer scaricabile.

Sogni di grande nord

Con quindici appuntamenti in quattordici luoghi diversi, diciannove proiezioni cinematografiche in anteprima, quattro incontri in musica e parole e oltre venticinque collaborazioni con enti e associazioni del territorio, torna a Bergamo Il Grande Sentiero. Habitat, culture, avventure: la rassegna cinematografica e culturale di Laboratorio 80 dedicata ad ambiente, montagna, viaggi, avventure e vita nella natura. In pieno dibattito sull’emergenza clima, la 14esima edizione della manifestazione prevede un viaggio a tappe fatto di film e incontri,  da venerdì 19 agosto a lunedì 5 settembre, per proporre esperienze e riflessioni diverse e nuove sulla relazione con l’ambiente, raccontare progetti di riqualificazione e di sostenibilità.

Fire of love

Tra gli ospiti Massimo Zamboni, ex musicista e autore dei CCCP e CSI, con il suo ultimo recital poetico; tra i film in prima visione, che uscirà nei cinema in autunno, Fire of Love di Sara Dosa, straordinaria ricostruzione con materiali originali della vita di esplorazioni dei vulcanologi Katia e Maurice Krafft.
Gli appuntamenti sono in rifugi alpini, parchi, piazze, musei e cortili: a Bergamo, Valbondione, Gorno, Ponteranica, Lizzola, Colere, Averara in provincia di Bergamo e Introbio in provincia di Lecco. Per il pubblico sarà sempre possibile arrivare a piedi, in bici o in auto, le indicazioni si trovano su www.lab80.it/ilgrandesentiero; la partecipazione è sempre gratuita (ad eccezione di due serate al cinema). 

The Naked Mountain

Spiega Sergio Visinoni, di Laboratorio 80: “Anche quest’anno Il Grande Sentiero consolida la sua natura nomade, arricchendosi di esperienze, collaborazioni e esplorando nuovi luoghi. E cercando l’avventura, non solo negli angoli più remoti delle Orobie o nei racconti di viaggi intorno al mondo ma anche, e perché no, negli angoli dietro casa. Le serate all’aperto permetteranno di trovare sollievo dal caldo e aggiungeranno qualche spunto interessante, come avviene da anni, sul tema del rispetto per l’ambiente, mai come quest’anno divenuto urgente”.

Il programma
Serata di apertura venerdì 19 agosto al Rifugio FALC di Introbio, Lecco: alle 21 proiezione del film Clair De Lune di Fabio BozzettoDiego Zucchi (Italia, 2022, 6'), ambientato in una foresta sempre più minacciata dalle attività umane; a seguire Sogni di Grande Nord di Dario Acocella (Italia, 2021, 82’): lo scrittore Paolo Cognetti viaggia in compagnia dell'amico Nicola Magrin dalle Alpi all'Alaska, il viaggio è occasione per analizzare il rapporto tra uomo e natura ripercorrendo le parole di alcuni dei grandi maestri della letteratura americana. In collaborazione con Libreria Palomar di Bergamo: prima di salire, gli spettatori potranno passare in libreria e regalare un libro al rifugio (info: libreria.palomar@tiscali.it, tel. 035.271323). 
Sabato 20 tappa al Rifugio Curò di Valbondione, alle 21 canti e letture con Alessandra Ingoglia e Michele Dal Lago: “Cime tempestose. La montagna e la guerra in Mario Rigoni Stern”. A seguire il film Il Sergente dell'Altopiano, la Storia di Mario Rigoni Stern di Tommaso Brugin e Federico Mazza (Italia, Svizzera, Austria, 2022, 52'): un viaggio tra presente e passato, ricco di testimonianze e riflessioni per raccontare lo scrittore Mario Rigoni Stern. In collaborazione con CAI Bergamo; il mattino seguente, alle 8,30, passeggiata tra le erbe con la chef Veronica Panzeri e workshop culinario (prenotazioni a info@laboratorio80.it – passeggiata e workshop si ripeteranno domenica 4 settembre al Rifugio Albani di Colere).
Lunedì 22 in Piazza Pacati, quartiere Monterosso a Bergamo: alle 21 il film Clair De Lune di Fabio BozzettoDiego Zucchi, seguito da Sogni di Grande Nord di Dario AcocellaMartedì 23 all’arena estiva Esterno Notte di Bergamo: alle 21 il film in prima visione Fire of Love di Sara Dosa (Canada, USA, 2022, 93’), che in autunno uscirà nelle sale. I vulcanologi Katia e Maurice Krafft hanno viaggiato per il mondo alla ricerca di eruzioni e nuvole di cenere, hanno filmato tutti i loro viaggi e l’incredibile archivio di pellicole in 16mm è la testimonianza avvincente di una vita dedicata all'esplorazione. Realizzato interamente con filmati originali, lettere e appunti, il film è arte cinematografica pura, poetica ed estroversa. Ingresso intero 6,50 euro, ridotto 5,50, soci Lab 80 e CAI 4,50. 
Mercoledì 24 suggestiva proiezione all’Ecomuseo delle Miniere di Gorno: alle 21 il film Lunana - Il villaggio alla fine del mondo di Pawo Choyning Dorji (Bhutan, 2019, 110'). Il maestro Ugyen è deluso, sarà mandato in una scuola del Bhutan settentrionale, dove si giunge dopo sette giorni di duro cammino. I bambini del posto cercheranno di conquistarlo, hanno poco tempo perché Ugyen  dovrà decidere se restare o andarsene prima che l'arrivo del gelido inverno lo blocchi sull'Himalaya. In collaborazione con Ecomuseo delle Miniere, sostegno di PromoSerio.
Giovedì 25 si torna in città: dalle 20 apertura gratuita di “Bergamo. 900” e visita guidata speciale al Museo Storico di Bergamoper ripercorrere luoghi e vicende della Resistenza, a seguire proiezione di Una questione privata di Paolo Taviani (Italia, 2017, 84’), ispirato all’omonimo capolavoro letterario del Partigiano e scrittore Beppe Fenoglio. 
Venerdì 26 al Centro Parco Cà Matta di Ponteranica, alle 20, l’escursione guidata “Ben-Essere in natura” (numero chiuso, prenotazione a info@laboratorio80.it); a seguire la presentazione del progetto “Fragments of Extinction” e la proiezione del film Dusk Chorus di Nika Šaravanja, Alessandro d'Emilia e David Monacchi (Italia, 2017, 62’), un’esperienza sonora, sensoriale, poetica e scientifica allo stesso tempo, nel cuore della foresta Amazzonica, in Ecuador. In collaborazione con APE Bergamo, Cooperativa Alchimia e Parco dei Colli di Bergamo. 
Sabato 27 di nuovo in quota, alle 21 al Rifugio Mirtillo di Lizzola il film They/Them di Blake McCord e Justin Clifton (USA 2021, 109’): lo sport ha permesso a Lor di sviluppare quella forza interiore con cui porta avanti la propria vita da persona non-binary, da climber, guida e coach in Arizona, diventando un esempio di superamento del machismo e degli stereotipi per la comunità queer. In collaborazione con APE Bergamo, Immaginare Orlando, Patagonia.
Domenica 28 serata in sala: alle 21, a Lo Schermo Bianco di Bergamo presso Daste, La macchia mongolica con Massimo Zamboni e Erik Montanari, in scena il nuovo reading-concerto di Massimo Zamboni, storico leader di CCCP e CSI. Cinquanta minuti di viaggio in una Mongolia interna, le cui coordinate si svelano sul fluire delle parole e delle musiche: un reacital poetico intenso e trascinante. In collaborazione con Musiche Metropolitane e Daste. Ingresso intero 8 euro, ridotto 7, soci Lab 80 e CAI 6. 
Lunedì 29 cinema al Parco Garofalo di Bergamo: alle 21 Clair De Lune di Fabio BozzettoDiego Zucchi, seguito da La frequentazione dell’orso di Federico Betta (Italia, 2022, 60'), un viaggio nella storia del rapporto uomo-orso in Trentino. In collaborazione con Rete Quartiere Valtesse San Colombano. 
Martedì 30 proiezione al Condominio Solidale Mater di Bergamo, quartiere Boccaleone: alle 21 Melting Dreams di Haidy Kancler (Slovenia, Austria, Finlandia, 2022, 84’), protagoniste tre ragazze afgane che sognano di diventare sciatrici olimpioniche. Il sogno sembra sul punto di realizzarsi quando ricevono il permesso di andare in Europa ad allenarsi ma dovranno fare i conti con le differenze culturali e con gli standard dello sport professionistico. In collaborazione con Cooperativa Ruah.
Giovedì 1 settembre una nuova proiezione a Gorno: alle 21 Il buco di Michelangelo Frammartino (Italia, 2021, 93’), racconto sulla vera spedizione del Gruppo Speleologico Piemontese che nell’estate del 1961 decide di puntare a Sud, in cerca di grotte sconosciute. In Calabria, sul pollino, i giovanissimi componenti della spedizione scopriranno la seconda grotta più profonda del mondo, l’Abisso di Bifurto. 
Venerdì 2 cinema al Giardino La Crotta in Città Alta, Bergamo: alle 21 Clair De Lune di Fabio BozzettoDiego Zucchi, seguito da Il tempo delle api di Rossella Anitori e Darel Di Gregorio  (Italia, 2017, 65’), racconto documentario sulla storia di due giovani apicoltori che in un casale dei Castelli Romani sperimentano una forma di apicoltura scoperta in Sud America, che mette in primo piano le api e la loro salute. In collaborazione con Orto Botanico Lorenzo Rota, Maite Bergamo, Associazione Petali e Parole con Floreka.
Sabato 3 in montagna. Al Rifugio Albani di Colere, alle 21, il film The Naked Mountain (La Montaña Desnuda) di Alex Txikon (Spagna, 2020, 70’): oltre un secolo fa, nel 1895, Alfred Mummery tentò per primo di scalare il Nanga Parbat. Ma il primo a realizzare l'ascesa fu Hermann Buhl nel 1953. Nel 2016 Alex Txikon, insieme ad Ali Sadpara e Simone Moro, è riuscito invece a raggiungere la cima del Nanga Parbat in inverno. Alex Txikon ha partecipato a quasi 30 spedizioni e conquistato 10 delle 14 vette più alte del mondo. In collaborazione con CAI Bergamo. Al mattino, ore 8,30, passeggiata tra le erbe con la chef Veronica Panzeri e workshop culinario (prenotazioni a info@laboratorio80.it). 
Grande chiusura lunedì 5 settembre sulla suggestiva Strada porticata dell'antica Via Mercatorum di Averara, alle 21 il film The Truffle Hunters di Michael Dweck e Gregory Kershaw (Italia, USA, Grecia, 2020, 84’). Nel profondo Piemonte un gruppo di uomini dall’età avanzata si è gettato alla ricerca del pregiato tartufo bianco di Alba. Ma il non è semplice da scovare, come fosse rimasto l’ultimo baluardo che la terra non voglia regalare agli scavatori. E la ricerca si trasforma in una vera caccia al tesoro… In collaborazione con Associazione Altobrembo e Fungolandia.
Il Grande Sentiero. Habitat, culture, avventure è un progetto di Laboratorio 80. Con il patrocinio di Provincia di Bergamo; con il contributo di MIC, Comune di Bergamo; con il sostegno di CAI Bergamo, Associazione Petali e Parole, Promoserio e Altobrembo; con la collaborazione di Rifugio FALC, Libreria Palomar, Cook To Feel Good, Trento Film Festival, Associazione Propolis, Studio Alienatio, Ecomuseo delle Miniere di Gorno, Museo delle Storie di Bergamo, APE Bergamo, Alchimia Cooperativa Sociale, Parco dei Colli di Bergamo, Rifugio Mirtillo, Immaginare Orlando, Patagonia, Musiche Metropolitane, Daste Bergamo, Rete Quartiere Valtesse San Colombano, Cooperativa Ruah, Orto Botanico Lorenzo Rota, Maite Bergamo, Associazione Petali e Parole con Floreka, Fungolandia. 
Info e prenotazioni per il pubblico: www.lab80.it/ilgrandesentiero